Il Profeta Isaia: Fra Bartolomeo

PITTURA SEC. XVI

Questo percorso inizia dalla Sala del Colosso dove sono esposti capolavori dei maestri fiorentini operanti nei primi decenni del secolo per proseguire lungo le pareti della Galleria dei Prigioni. Qui le tavole raffiguranti i Profeti Giobbe e Isaia di Fra’ Bartolomeo aprono il dialogo della pittura con la scultura michelangiolesca contemporanea, sviluppato poi dalle opere di altri importanti artisti da Andrea del Sarto al Pontormo, di cui si espone la famosa tavola con Venere e Cupido, realizzata su cartone dello stesso Michelangelo.
Nella Tribuna, ai lati del David di Michelangelo, campeggiano grandi pale d’altare che mostrano lo sviluppo della pittura fiorentina dell’epoca caratterizzata dalla forte influenza dei modelli michelangioleschi e ne mostrano lo sviluppo che si indirizza verso la nuova spiritualità della Controriforma.

Cerca opere

Tutti gli autori
Tutte le collezioni
Avvia la ricerca